neparlo.it

News

Arriva Tefina, il Viagra femminile: uno spray per indurre l’orgasmo nelle donne

Arriva Tefina, il Viagra femminile: uno spray per indurre l’orgasmo nelle donne
27 marzo 2013 by Paoletta in News, Sesso con 0 Commenti

Sei donna e non riesci a raggiungere l’orgasmo facilmente? Tefina potrebbe risolvere i tuoi problemi.

Dopo la famosa pillola blu che cura i mali dei maschietti non più prestanti fisicamente, sembra che i ricercatori siano riusciti a scoprire un antidoto efficace all’anorgasmia femminile. Si parla di anorgasmia, quando una donna avverte mancanza di appetito sessuale o di orgasmo mancato durante il rapporto sessuale.

Secondo le statistiche sarebbe circa il 40% della popolazione femminile a soffrire di uno dei due disturbi sessuali, che alla fine conducono allo stesso problema, la mancanza di piacere e di apice nel rapporto con il partner. Un team dell’azienda canadese Trimel sembra abbia risolto il problema con la messa a punto di uno spray costituito da un concentrato di testosterone. Lo spray è ancora in fase di sperimentazione e saranno realizzati a breve dei test clinici su un centinaio di donne fra i 18 e i 49 anni. Questo nuovo farmaco, chiamato Tefina e soprannominato il “Viagra femminile”, si spruzza nel naso due ore prima dell’incontro galante aumentando dopo circa un’ora il desiderio nel cervello e l’afflusso sanguigno verso gli organi sessuali, effetti che possono durare fino a sei ore.

In passato abbiamo dimostrato che nelle donne con una scarsa libido, il testosterone non solo aumenta il desiderio sessuale e l’eccitazione, ma aiuta anche a raggiungere l’orgasmo”, ha dichiarato la ricercatrice Susan Davis della “Monash University” di Merlbourne sul sito “Medical Daily”. Dopo l’annuncio dell’uscita del prodotto, molti scettici hanno accusano l’azienda di voler fare profitti sfruttando la debolezza di alcune donne, facendo notare che  nell’80% dei casi l’anorgasmia è legata a cause di natura psicologica, e di conseguenza il prodotto in questione sarebbe del tutto inutile. La dott.ssa Fiona Jane dell’Università di Monash di Melbourne sostiene invece che “le disfunzioni sessuali costituiscono un problema reale per le donne. Circa il 43 per cento, infatti, ne soffre. Hanno diritto perciò a un aiuto”. Al contrario, Léonore Tiefer, professore di psichiatria presso l’Università di New York, si mostra scettico e accusa di cinismo “le case farmaceutiche che tentano di servirsi delle donne per fare cassa”.  Il farmaco non dovrebbe causare problemi come l’aumento della peluggine o conseguenze mascolinizzanti, nessun particolare effetto (nausea, mal di testa, dolori, gonfiori) è stato al momento reso noto. Non resta che sperare di vedere presto Tefina in farmacia. Provare per credere?!?!

Tagged , , , , , , ,

Articoli Correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

'