neparlo.it

Curiosità

Basta uno spruzzo per una nuova T-shirt!

Basta uno spruzzo per una nuova T-shirt!

Una maglietta che si spruzza addosso, non fa una piega e si adatta perfettamente al corpo di “chi la indossa”, tanto da sembrare disegnata addosso. Spray-on Fabric è un tessuto-non tessuto (indumento di materiale inconsistente) formato da una miscela di fibre di cotone, polimeri e solventi che viene spruzzato direttamente sulla superficie che vogliamo rivestire (anche sul corpo) con una pistola spray. Funziona per davvero.

Tutto in quindici minuti: il materiale appena spruzzato sul copro crea una patina che si secca in pochi attimi, da personalizzare e da inventare a seconda dei gusti; si possono scegliere colori e persino profumi diversi, sfumature e soggetti diversi. L’inventore, che ha lavorato per diversi mesi a mettere il progetto sul mercato, è uno spagnolo e sta sperimentando nuove tecniche di “spruzzo” dal 1995.

L’INVENTORE – Il designer spagnolo Manuel Torres sta lavorando a Spray-on Fabric che dal 1995, con la collaborazione del professor Paul Luckham dell’Imperial College di Londra. Bastano 15 minuti di «lavoro a spruzzo» per «vestirsi» con una t-shirt colorata (qualche minuto in più se si vuole un paio di pantaloni o magari per un vestito completo). Quando si asciugano gli abiti possono essere tolti, lavati e re-indossati. Quando poi ci si stufa, basta sciogliere il composto e riutilizzare il materiale recuperato, per realizzare nuove creazioni o sistemarne di vecchie. Quindi il non-tessuto è riciclabile!

«Volevo realizzare un materiale futuristico, senza cuciture, veloce e confortevole», ha  dichiarato Manuel Torres, «che mi permettesse di creare abiti subito e a poco prezzo e che garantissero una perfetta vestibilità. E così, per dimostrare che scienza e tecnologia possono davvero aiutare gli stilisti di moda, sono finito per tornare ai principi dei primi tessuti come il feltro, che erano prodotti prendendo le singole fibre e cercando di legarle insieme, senza punti o cuciture». Considerando lo stesso designer, ci vorranno almeno un paio d’anni prima che la tecnologia Fabrican possa arrivare nei negozi e nel frattempo la ricerca prosegue rielaborata spesso dai collaboratori di Torres che lavorano animati da motivazioni, cercando un modo per movimentare le forme (non a tutti piace che i vestiti seguano ogni minima curva del corpo) e per minimizzare l’odore (non certo gradevolissimo) dei solventi, però c’è chi invece trova divertente indossare una maglietta o un vestito con un solo “spruzzo”!

Tagged , , , ,

2 Comments

  1. anna savonamag 23, 2013 at 16:30Rispondi

    Simpaticissima l’idea,ma , con le persone obese o con quelle che hanno misure COMODE, come siamo messi???

  2. manumag 23, 2013 at 22:35Rispondi

    credo che valga lo stesso procedimento…taglia xxxl ihihihi

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

'