neparlo.it

Spettacolo

Kasia Smutniak si confessa: ho realizzato il sogno di Taricone

Kasia Smutniak si confessa: ho realizzato il sogno di Taricone
1 marzo 2013 by Paoletta in Spettacolo con 0 Commenti

Tra gli ospiti de “Le Invasioni Barbariche” di mercoledì 27 febbraio, c’è stata Kasia Smutniak, l’attrice in un’intervista commovente e molto intensa racconta della sua vita e del suo lavoro ma soprattutto parla del sogno di Pietro Taricone e del regalo che ha voluto fare al suo compagno, deceduto 3 anni fa a causa di un incidente col paracadute.

Kasia racconta della sua educazione militare, che imperava indiscussa nella sua famiglia e che per un periodo è diventata anche il suo modus vivendi, ad un passo dalla scelta della carriera in aviazione. Poi Kasia ha cambiato idea ed ha scelto l’Italia dove ha iniziato sin da giovanissima nel mondo della moda, ma il suo sogno era fare l’attrice. Della sua interpretazione a “Volare” riconosce solo i difetti: “Non amo rivedermi, non mi piace la mia voce e mi vedo sbagliata” ma come le ricorda la Bignardi i grandi attori sono sempre ipercritici con se stessi. La Smutniak racconta del film in uscita nelle sale “Tutti contro tutti” con la regia di Rolando Ravello e Raoul Bova e Marco Giallini nel cast. Una commedia divertente e dal sottofondo realistico, dove Kasia interpreta una ragazza polacca, “mi sono lasciata andare per interpretare questo ruolo”. Kasia commossa racconta di aver fondato la ‘Pietro Taricone Onlus’, che ha l’obiettivo di costruire una scuola nel villaggio di Ghami, in Nepal. Kasia e Pietro amavano molto questa terra, da quando anni fa hanno viaggiato insieme in Mustang e dopo la morte di Pietro, la Smutniak è voluta tornare in quei luoghi e confessa alla Bignardi: “Sono andata lì come una pazza. Ho ritrovato i miei amici dopo 8 anni ed ero con Sophie. Ho chiesto a Pema e Tenzin di cosa avessero bisogno e loro mi hanno risposto niente. È incredibile la loro gioia e allegria, non hanno nulla e danno tutto”. La Onlus realizza quello che era il sogno di Pietro, aiutare i bambini del Mustang, e la pagina ufficiale di Pietro Taricone su Facebook è stata trasformata, dalla sua famiglia, in quella della associazione, proprio per ricordare l’attore.

Tagged , , , ,

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

'