neparlo.it

Curiosità

La matita racconta la sua lunga storia

La matita racconta la sua lunga storia

La storia della matita!

La matita è lo strumento più comune per scrivere e disegnare, ma non è il più antico. Prima della matita si utilizzavano bastoncini di carbone o di ematite. Il termine ”Ematita” deriva dal latino “haematitas”. “Lapis amatita” significa pietra di Ematite (che è un ossido di ferro).

La matita come la conosciamo nel nostro secolo venne realizzata per la prima volta nella seconda metà del XVI secolo, dopo la scoperta di miniere di grafite nel Cumberland. Il minerale grigio che viene ricoperto e rivestito da uno strato di legno fu scoperto solo nel 1664. Quando si scoprì che la grafite lasciava su fogli di carta segni visibili ma cancellabili anche con una semplice mollica di pane, si decise di sfruttare questa proprietà del minerale.

Il 10 settembre è  il compleanno delle matite: proprio in quel giorno dell’anno 1665 furono messi in vendita i primi bastoncini di grafite, protetti da un involucro di stoffa o da sottili canne di bambù. Le matite con il rivestimento di legno comparvero sul mercato soltanto nel 1795 e fu il francese Conté a produrle.

    foglio e matita pensieri Isa

La grafite impastata con argilla, veniva poi tagliuzzata in striscioline, che poi venivano cotte e infilate in involucri di legno di cedro, poi fissate con un pò di colla. Attualemente l’involucro delle mine più pregiate è fatto con legno di cedro rosso o di ginepro, mentre le matite più comuni sono fatte di legno di ontano o di tiglio. La prima matita “commerciale” nasce dalla creazione di Kaspar Faber, ebanista nella città di Norimberga, in Germania.

Nel 1761 la moglie di Kaspar andava in giro per i mercatini per vedere le sue matite. Poi nell’Ottocento  Lothar Faber mette la matita esagonale sul mercato mondiale: compra  una miniera di grafite in Russia, e vengono aperte le prime filiali a New York, Londra e Parigi.

La matita si globalizza e il nome Faber è conosciuto in tutto il mondo. Diventati nobili grazie all’appoggio dei reali di di Baviera, i Faber sono i primi a condurre in Germania una guerra per la protezione dei prodotti e per etichettare con il proprio marchio le matite di loro produzione. Intanto Lothar ottiene una legge in difesa del marchio, mentre nel XIX secolo la baronessa Ottilia sposa un membro della famiglia aristocratica dei Castell, dando origine al marchio Faber-Castell che acquista sviluppo mondiale.

Tagged , , , ,

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

'