neparlo.it

News

Morto Pietro Mennea, la frecca di Barletta

Morto Pietro Mennea, la frecca di Barletta
21 marzo 2013 by Scorpion in News, Sport con 0 Commenti

Lo sport italiano è in lutto. E’ morto in una clinica di Roma, all’età di 61 anni, Pietro Mennea, ex velocista azzurro, olimpionico a Mosca 1980 e primatista mondiale dei 200 metri piani dal 1979 al 1996 con il tempo di 19″72. Mennea, originario di Barletta, da tempo lottava contro un male incurabile. Venuto a conoscenza della morte del campione Pietro Mennea, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha subito disposto l’allestimento della camera ardente per oggi pomeriggio, nella sede del Coni, a Roma.

LA FRECCIA DEL SUD E QUEL 19″72 DURATO 17 ANNI - Pietro Mennea, che è morto stamattina in una clinica romana, stroncato da un male incurabile, è da considerare uno degli atleti più decorati e gloriosi nella storia dello sport italiano. Nato il 28 giugno 1952, a Barletta, per ben 17 anni è stato primatista del mondo dei 200 metri, stabilito alle Universiadi di Città del Messico, nel 1979. Partecipò alle Universiadi da studente in scienze politiche e polverizzò il precedente record che apparteneva a Tommie Smith. Un altro statunitense, Michael Johnson, dopo quasi un ventennio gli strappò il primato alle Olimpiadi di Atlanta, nel 1996. Record a sua volta battuto dall’attuale primatista mondiale dei 200 metri priani Usain Bolt in 19″19
Soprannominato la ‘Freccia del sud’, ancora oggi Mennea è primatista europeo e italiano dei 200 metri. Nel 1980, a Mosca, tra i favoriti alla vittoria finale a causa del boicottaggio statunitense alle Olimpiadi e con una straordinaria rimonta , conquistò la medaglia d’oro, sempre nei 200 metri, che si somma ai quattro ori europei, a un argento e un bronzo ai Mondiali, ma anche ad altri due bronzi olimpici, il primo dei quali conquistato ai Giochi del 1972 di Monaco di Baviera, nella gara vinta dal sovietico Borzov. Mennea è stato anche straordinario staffettista e ottimo atleta nei 400 metri piani. Stamattina, però, non è riuscito a vincere la sua gara più importante.



Tagged , , , , , , ,

Articoli Correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

'