neparlo.it

Cronaca

Raccolta firme a favore delle cure staminali promossa dai genitori della piccola Sofia

Raccolta firme a favore delle cure staminali promossa dai genitori della piccola Sofia
1 aprile 2013 by Paoletta in Cronaca, News con 0 Commenti

Inizierà sabato 6 aprile in tutta Italia la raccolta di firme contro il Decreto Legge del Ministero della Salute che autorizza solo i pazienti che hanno già cominciato la cura a proseguire la terapia, a base di cellule staminali mesenchimali secondo il protocollo della fondazione Stamina. L’iniziativa è stata promossa da Caterina Ceccuti e Guido De Barros, genitori della piccola Sofia affetta da una grave malattia degenerativa e della quale è ormai diventata il simbolo, e dai sostenitori della pagina Facebook dedicata alla piccola bimba farfalla. 

La mamma ed il papà di Sofia saranno a Firenze in piazza della Repubblica dalle 10 alle 20 di sabato per raccogliere le firme di tutti coloro che appoggiano la loro richiesta di modificare il Decreto Balduzzi, mentre  altri banchi per la raccolta delle firme  è possibile trovarli in molte città italiane. ”E’ un obbiettivo ambizioso quello di raggiungere le 500.000 firme – spiega la mamma di Sofia - ma ci proveremo. Abbiamo visto la partecipazione e l’affetto di tante persone in queste settimane e contiamo di proseguire in questa battaglia. Oltre che la modifica del decreto Balduzzi, che tra l’altro limita ad un solo ciclo la terapia e quindi danneggia anche Sofia, intendiamo mettere a punto una proposta di legge sulla somministrazione di staminali prevedendo anche che l’onere delle cure secondo il metodo Stamina non sia a carico di un solo ospedale, quello di Brescia, ma che invece sia ripartito tra più centri”.

Intanto la madre della piccola Sofia dalla pagina Facebook aggiorna tutti i sostenitori di sua figli: “La piccina se la cava. Non dico stia bene, ma un pochino meglio sì. L’effetto antinfiammatorio delle cellule le consente di non avere la febbre e di concentrare le poche energie che la malattia le lascia a fare i suoi esercizi col braccino e a tentare di alzare la testa. Mentre lo fa è compunta e orgogliosa di sé…è troppo forte!”  FORZA SOFIA!

Tagged , , , , , , ,

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

'