neparlo.it

Cronaca

Turchia: attentato ad Ankara

Turchia: attentato ad Ankara
2 febbraio 2013 by Valentina Labattaglia in Cronaca, News con 3 Comments

Turchia: attentato ad Ankara all’ambasciata Usa. Un attentatore è saltato in aria, facendo esplodere una bomba davanti ad uno degli ingressi laterali dell’ambasciata statunitense e provocando la morte di un agente della sicurezza e ferendo gravemente alcune persone.

E’ circolata subito l’ipotesi di attentato di un kamikaze estremista, notizia confermata dal primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan, durante una diretta televisiva. Secondo le reti locali l’attentatore suicida sembrerebbe appartenere ad un gruppo di estrema sinistra Dhkp-C, accusato anche di un altro attentato avvenuto nel settembre scorso a Istanbul, episodio in cui ha trovato la morte un poliziotto. Le immagini circolanti fin da subito sui giornali hanno mostrato una porta scardinata e parte laterale dell’edificio danneggiata.

L’esplosione, avvenuta intono alle 13,00 dell’ora locale, non ha coinvolto le strutture della sede diplomatica ma ha distrutto alcuni edifici contigui. L’ambasciata statunitense è situata nel quartiere di Cankaya, dove si trovano le sedi diplomatiche di Francia, Germania e Italia. La polizia turca ha deciso di rafforzare la sorveglianza dell’area esposta al pericolo di nuovi possibili attentati.

Il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen ha dichiarato: “”Condanno con fermezza l’attentato compiuto contro l’ambasciata degli Stati Uniti ad Ankara. Si tratta di un atto inammissibile contro i locali dei servizi diplomatici di un Paese dell’Alleanza, sul territorio di un altro Paese dell’alleanza”. Ankara è un alleato storico degli Stati Uniti e negli ultimi mesi ha fatto ripetuti appelli alla comunità internazionale, chiedendo un intervento in Siria dove da mesi infuria una sanguinosa guerra civile.

Dopo l’attentato, i rappresentati dei governi, turco e americano, hanno rinnovato il loro impegno di alleati per combattere la lotta al terrorismo; impegno e accordo che non sono stati scalfiti da un gesto disperato di un attentatore suicida. Che la lotta al terrorismo continui!

Tagged , , , ,

Articoli Correlati

3 Comments

  1. tommasofeb 3, 2013 at 19:58Rispondi

    E’la solita storia che si ripete! Chissà perchè, dopo ogni genere di attentato i governi si ripromettono sempre di intervenire drasticamente, intanto tanta gente innocente muore per le loro sottili guerre di potere!!E’ un bene che ci sia qualcuno che comunichi continuamente queste notizie.Forse possono servire a sensibilizzare le persone contro ogni forma di violenza!

    • Valentina Labattagliafeb 3, 2013 at 20:07RispondiAuthor

      Questo è proprio uno dei nostri intenti: informare le persone, sensibilizzare alla non violenza e discutere di quello che succede nel mondo! Le guerre non finiranno ma almeno saremo informati a riguardo:

  2. Madrytfeb 5, 2013 at 04:36Rispondi

    I am only writing to let you understand of the perfect discovery our princess had checking your webblog. She realized many pieces, including what it’s like to have an excellent helping mindset to let the others with no trouble know precisely a number of hard to do subject areas. You really exceeded readers’ expected results. Many thanks for distributing those helpful, dependable, educational and also cool guidance on that topic to Mary.

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

'