neparlo.it

Tecnologia

Ultra HD e DVB-T2: si prevedono tempi lunghi

Ultra HD e DVB-T2: si prevedono tempi lunghi
5 febbraio 2013 by Scorpion in Tecnologia con 0 Commenti

Il CSA – Conseil Supérieur de l’Audiovisuel – prevede l’annuncio e l’inizio delle prime trasmissioni in DVB-T2 / HEVC a risoluzione Ultra HD non prima del 2018 e il passaggio completo dell’intero territorio francese al DVB-T2 / HEVC (con relativo spegnimento degli attuali mux DVB-T) nel periodo 2024 – 2025. Facendo riferimento all’annuncio rilasciato dal CSA crediamo che anche per l’Italia la tempistica per il passaggio al broadcasting Ultra HD e DVB-T2 sarà piuttosto lunga e quindi potremo beneficiare dei nostri decoder e TV ancora per un bel pò di anni.

La comunicazione rilasciata dal CSA ci consente comunque di capire i possibili scenari sui tempi di adozione in Europa del broadcasting in Ultra HD e relativo passaggio al digitale terrestre di seconda generazione DVB-T2 con codifica HEVC. Appare ormai certo che l’Europa adotterà il DVB-T2 utilizzando la codifica H.265/HEVC, aspetto tecnico che sarà adottato anche in Italia. Nonostante sul mercato del nostro paese vedremo arrivare i primi dispositivi (decoder e TV) compatibili DVB-T2/HEVC già a partire dal 2014, con i decoder DVB-T2 che saranno obbligatori per i tutti i nuovi TV e decoder a partire dal 1 gennaio 2015, è piuttosto evidente che il passaggio al nuovo standard avrà tempi abbastanza lunghi ed incerti.

E’ importante precisare che l’uscita sul mercato dei nuovi dispositivi DVB-T2 / HEVC non significa che, da un giorno all’altro, tutti i nostri attuali TV e decoder DVB-T  diventeranno inutilizzabili ed andranno cambiati. Durante quel periodo di tempo (in Italia a partire dal 2015) inizierà la fase sperimentale e verranno “accesi” i primi mux compatibili e, per le zone coperte dal segnale e tutti coloro che avranno acquistato dispositivi compatibili, sarà possibile iniziare a beneficiare delle prime trasmissioni col nuovo standard. Per tutti gli altri non cambierà niente e sarà così per almeno un decennio.

Tagged , , , , , , , , ,

Articoli Correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

'